nicewordsparolegentili
Se vive sperando / che vegnarà l'ora / de andar in malora / per più no sperar
co rivo rivo e co rivo so rivà
non videor sed in video sum, video ergo sum
Don't die before you're dead -Yevgeny Yevtushenko

mala tempora currunt sed peiora parantur

Life is short, yes indeed! 28-10-2013

a parte il cancro tutto bene

 

back to main page  |  ihavesomeinformationforyou  | contact

Life is short! Fuck, I was diagnosed with cancer! Life, Love, and Melanoma. My story of living in spite of melanoma and metastasis

§ Comunicare, o non comunicare.
A seconda di quel che ci si sente di fare.
Le parole sembrano di circostanza perché è difficile parlare del dolore, affrontare il tema della sofferenza.
I medici. Se presumiamo la loro buona fede non hanno una vita facile nemmeno loro.
La sofferenza che noi sperimentiamo su di noi e sui nostri cari loro la vivono su larga scala.
Nella mia vita ho sperimentato la nausea per l’ambiente dell’ospedale, dei casi, delle parole. Loro ci vanno tutti i giorni.

§ Hi Mario, That is terrible news! You are like... part of the family... we only spent a little time together in Venice... but it brings back many good memories. It's hard for me to think about Venice without you... and Nico's Ice Cream Shop... frankly.
I'm really going to miss working with you. You have my prayers and best wishes always. Take care of yourself and stay positive!

§ Mario ~ I read your blog and visit your web site on a regular basis. I just wanted to let you know that you are one of my favourite photographers. Your work captures something that is beyond just the physical and immediate it shows us something joyous and wonderful. You have as they say 'the eye'. The ability to see what many of us look past without even noticing. Studying your photographs has been both inspirational and educational in developing what little talent I have myself.
I was concerned to read that you had been diagnosed with cancer, and I hope you are fighting and winning. Both my parents contracted this disease but both won through and won their battles and sincerely hope you do to. I hope everything works out for you. I wrote this for no other reason than to let you know that you helped someone, me, simply by 'being', thank you.

§ Caro Mario, concordo con te che le pacche sulla spalla (magari quella dolorante) e le parole di circostanza non aggiungono né tolgono niente alla realtà, anzi, spesso la rendono più amara. Dal tuo blog, da qualche amico/a comune (peraltro molto discreti) e dal breve scambio di parole che abbiamo avuto quando ci siamo visti all'inaugurazione della mostra ai Tre Oci di novembre, so di quello che stai passando. Sei stato e sei molto nei miei pensieri, ma non ho voluto "aggiungermi al coro" in modo frettoloso o superficiale. Purtroppo in questi anni ho avuto (e ancora ho) più di una persona cara, amici e amiche di vecchia data, alle prese con questo genere di guai (la definizione a parole è sempre difficile perché ne abbiamo tutti paura). Chi più chi meno riesce a mettersi nei panni della persona che si trova concretamente ad affrontare questa situazione. Lo so, si fa presto a dire "fatti forza", "vedrai che tutto andrà per il meglio" e simili. Di fronte alla realtà siamo sempre, prima di tutto, soli con noi stessi, il che non vuol dire che le persone che ci stanno intorno e che ci vogliono bene non contino niente. Il fatto è che ognuno ha il suo carattere e la sua sensibilità (ed anche la sua storia personale). Detto questo, credo che la cosa migliore sia vivere il presente giorno per giorno, assecondando la corrente e il proprio "sentire". Questo vale un po' per tutti ed è quello che cerco di fare anch'io nel momento in cui ti scrivo questa mail. Al di là dei sogni più o meno premonitori (a cui peraltro fondamentalmente credo) comunque non abbiamo la classica sfera di cristallo per vedere con esattezza ciò che sarà. La nostra mente è dotata di una grande capacità d'immaginazione, nel bene e nel male, ma talvolta è utile frenarla e "svuotarla", almeno temporaneamente, per restare semplicemente in ascolto. Ti abbraccio forte e spero di vederti presto.

§ My Friend Mario, I read your blog using Google translate. I’m not sure it gets the words right, but I feel your anguish. I wish I had words to make you smile or feel just a little better. Perhaps it is this: I was upset by the nightmare dream you reported. I have thought about it for days and concluded that the sliver of light, at least for me, offers hidden hope. Light is what you are all about as a photographer. That must be a good sign. Photography is more than stealing, yes? It pays homage to the moment. It is living in the now, now, now. It is Zen, no? I think I always knew that. I find great peace in the act of taking a photograph. You helped put me in closer touch with the way to slow time, to simply observe myself observing, and then, if I find myself seeing something that’s truly interesting, taking a picture and knowing even before looking at the result, what I took. Leica equipment helps for sure. Also, about therapy --- it is not for the therapist to analyze you. That misses the whole point. With a good therapist, it should help you in sorting through and putting the pieces of together – for you, not for them. It is not about knowledge. It is about finding your balance. I don’t mean to be presumptuous, but we are all on the same journey. You are not alone. I think of the two days we spent together often. I am so pleased with so many of the photographs I took with your help. And I am honored that you were so generous to me with your time.
Take each day for what it is and what it has always been: a gift for reasons we will probably never know.

§ Caro Mario, ho letto tutte le tue note, i tuoi sogni in bianco e nero, la tua disperazione e desiderio di camminare serenamente sulla diga, ad osservare la marea, senza inciampare. Ti dico solo che ti penso molto e vorrei solo poterti trasferire un briciolo di energia nella lotta impari e ingiusta che stai combattendo. Ti consolo se ti dico che un pezzo delle tue passioni è sempre tra le mie mani e funziona che è una meraviglia? Ho scattato quasi esclusivamente con lei da quando me la hai data, tra Oman, SudAfrica e Italia avrò fatto già 5mila scatti. In questo senso mi pare di esserti vicino. Sono d'accordo assolutamente con te sul libro Cancer Sucks e la inutilità nefasta della fotografia. A chi serve?
Caro amico, coraggio (senza retorica, però) e guarda solo avanti dove c'è la luce. A proposito, sai che le parole di BobDylan che citi le conosco tutte anche io, e spesso le canticchio?
un abbraccio

§ Hi Mario, Scriverti che non ho parole sarebbe una mezza bugia: in realtà non ho parole giuste, nessuno in questa circostanza può averne. Tu poi spiegando palesemente, anzi diffondendo senza pudori la notizia in marioblog hai, senza sottintesi, chiesto che se ne parli pochissimo, anzi per niente, affidando il dolore alla parola scritta, la tua e se permetti anche la mia che le fa eco. Senza dubbio rispetterò la tua decisione evitando ogni forma di “pacca sulle spalle” che sarebbe comunque fuori luogo e lontana dal mio/nostro sentire. Ti voglio infine ringraziare per aver evitato ad entrambi la pena aggiuntiva di parole pronunciate: bastano ed avanzano quelle scritte, taglienti e sinistre oltre ogni immaginazione. Permettimi solamente un fraterno abbraccio

§ Ciao Mario, I was going to contact you a few months ago about… but when I checked into your website just to see how you were doing, I learned about the cancer. Fuck is right. It has taken me a few months to write this because I kept trying to follow your blog but was having a hard time making sure of my translations. I finally had my Italian teacher translate the most recent one, just to confirm what I had read. (She says, by the way, that you are an excellent writer) I'm especially sorry that all you have been going through recently has brought back such painful memories of your first wife's ordeal--I am sure that does not help you. Can you give us an idea of how you are now? I confess I do not even know where the cancer is or what kind it is and what the doctors are saying now. Am I correct in thinking that you will be taking your medication in pill form, not chemo? I apologize for not writing sooner, amico mio, but I wanted to make sure of the latest information. Please let me know if there is anything we can do for you during this really shitty time. You are in our thoughts, dear friend, and, even if you may not like it, in our prayers as well.


© Mario Mazziol  sul web dal 2001

Ahi serva Italia, di dolore ostello / nave sanza nocchiero in gran tempesta / non donna di province, ma bordello!

Dante Alighieri - Purgatorio - Canto VI, 76-78